SOS CANTORES CUGLIERI coro a Cuncordu
SOS CANTORES CUGLIERIcoro a Cuncordu

Canti Sacri

foto di Nanni Angeli

Come testimoniato dall'assetto interno, in tempi non poco recenti il paese di Cuglieri fu un'autorevole centro istituzionale e commerciale, dalla fiorente attività economica e dall'alto numero di chiese da cui scaturisce inevitabilmente la pluralità delle Confraternite, a queste infatti, fino a pochi decenni fa, era associata pressoché tutta la popolazione maschile.  Il canto sacro è la polifonia liturgica e paraliturgica eseguita nelle più solenni ricorrenze religiose, in particolare durante la Settimana Santa dai componenti dei cori che un tempo appartenevano alle principali confraternite laicali (Rosario, Santa Croce,  l’Addolorata, il Carmine, San Giovanni Battista, e la Misericordia), che hanno trasmesso, da generazioni, questo straordinario repertorio di musica devozionale. I canti liturgici e processionali sono a partire dallo Stabat Mater, eseguito nelle due varianti Sequentia e Semplice, il Miserere, la funzione in lingua sarda della Tredicina di S. Antonio da Padova, il Te Deum, e le Litanie Carmelitane.  

"L'infelice idea" dell'abito confraternale durante la Settimana Santa:
Come si può vedere da questa fotografia i cantori vestivano in abito borghese, chiaramente, adattando il vestiario all'occasione;questa precisazione è d'obbligo per il seguente motivo: negli anni 2001 e 2002, considerata la calca e quindi la confusione che vengono a formarsi appresso all'Addolorata e al Cristo che rendono problematico l'interscambio vicendevole tra un coro e l'altro, tra una e un'altra strofa, si è deciso tra i cantori, che gli stessi dovessero indossare l'abito similmente ai confratelli. Data, però, l'indipendenza di questi da ciascuna delle confraternite, l'abito usato risultava essere simile a quello di tutte le Confraternite ma uguale a quello di nessuna: è composto dal caratteristico abito bianco e una cintura nera, come quella usata dalle Confraternite di Convento (l'Addolorata) e S. Maria (il Rosario), i cui abiti sono però caratterizzati da altri particolari che fanno da differenze con l'abito dei cantori.  Considerando però l'incontenibilità della calca, che rimaneva comunque, e l'evidente quanto intollerabile stridere di questa modifica con la tradizione, si è ritenuto opportuno tornare al "canto del popolo" con gli abiti del popolo.
È comunque opportuno sottolineare che il coro Sos Cantores ha deciso comunque di utilizzare l'abito in ogni rappresentazione che abbia come oggetto i canti della Settimana Santa purché non sia la Settimana Santa stessa.     

Ascolta qualche Traccia:

Miserere (Primo Coro) [mp3]
File audio dell'inizio del Miserere
Coro di Cuglieri-miserere.mp3
File audio MP3 [1.3 MB]
Litanie Carmelitane [mp3]
Una sequenza delle Litanie Carmelitane
soscantores_cuglieri.mp3
File audio MP3 [1.6 MB]

“Sa Treighìna de Sant’Antoni de Pàdua”

La tredicina si svolge dal 1 al 13 Giugno presso la chiesa dei Santi Antonio ed Edoardo (dei Cappuccini). 
La particolarità di questi canti, così come accade in altre occasioni simili in paese, sta nel fatto che a cantare non siano solo persone che abitualmente cantano in un coro, ma possa cantare chiunque voglia rivolgere la propria preghiera in onore del Santo.


I Canti:
Litanie Lauretane
Si Quaeris Miracula (Responsorio di Sant’Antonio)
Oh Salutaris Hostia
Tantum Ergo
Oremus pro Pontifice
O Dolce Cuor
Gosos de Sant’Antoni de Padua
Oremus Beate Antoni
Te Deum

 

BENVENUTI NEL SITO WEB DE "SOS CANTORES DE CUGLIERI" - BEN'ENNIDOS - WELCOME - WILLKOMMEN - BIEVENIDOS - BIENVENUE

Stampa Stampa | Mappa del sito
© mc87 Cuglieri 2017